Rovesciamenti: la verticale

 

 

I rovesciamenti sono rotazioni di 180° o 360° attorno all’asse sagittale (rovesciamenti laterali) o attorno all’asse trasverso (rovesciamenti avanti o indietro) in appoggio successivo sugli arti superiori e inferiori.

 

La verticale sui due appoggi, o verticale sulle mani, è il primo esempio di rovesciamento di 180° che permette di raggiungere l’appoggio ritto rovesciato con tutti i segmenti corporei allineati. La verticale è un elemento molto importante in quanto prevede un ottimo controllo di tutti i gruppi muscolari e sopratutto perché la maggior parte degli elementi acrobatici passano attraverso tale posizione.

 

La verticale è un elemento che, a livelli agonistici, viene introdotto anche nelle sedute di preparazione fisica in quanto permette la sensibilizzazione degli allineamenti corporei e il controllo generale del corpo.

 

Tra i rovesciamenti di 180° avanti più comuni abbiamo: la verticale di slancio, la verticale con capovolta o con caduta circolare avanti (roll), la verticale perno, la verticale di impostazione, ecc.. molte delle quali richiedono molto impegno e pratica costante.

 

Un elemento che possiamo inserire in questa categoria, anche se non ne fa propriamente parte, è la verticale sui 3 appoggi o verticale sulla testa, che costituisce un ottimo fondamentale per capire gli allineamenti corporei e sensibilizzare l’equilibrio, capacità coordinative importanti per la buona riuscita di una verticale corretta.

 

 

DOWNLOAD ARTICOLO